LAGO FOMA A FORLI’: UN AMBIENTE NATURALE RICCO DI BIG BREME, CARPE E…….

Con questi magnifici scatti possiamo ammirare la bellezza e tranquillità della natura presso il lago della Foma, un specchio d’acqua di origine artificiale, di 13 ettari, ormai entrato nel cuore di molti pescatori che lo frequentano per praticare il carp-fishing, pesca dei predatori con esche artificiali con il belly boat e la pesca al colpo con la canna inglese e il feeder.

Il lago si è formato per l’estrazione di ghiaia necessaria per la costruzione di opere pubbliche nel forlivese ed è alimentato grazie ad una sorgente che ne tiene la qualità dell’acqua sempre ad altissimo livello.

Il lago FOMA ha una conformazione rettangolare, è lungo oltre un chilometro, nel mezzo raggiunge profondità di oltre quindici metri.

Nella sponda riservata alla pesca la conformazione del letto del lago si presenta con una spiaggia sommersa ma calpestabile perchè il fondo è ricoperto da ghiaia e sassi.

Si può quindi pescare anche in acqua perchè fino ad una quindicina di metri la profondità dell’acqua si aggira sui 30 centimetri vicino a riva per aumentare fino al mezzo metro.

Oltre quella distanza inizia il primo fondo importante che si aggira sui nove metri, per poi salire ulteriormente nel mezzo del lago dove si può riscontrare una profondità anche di 15 metri.

Non è consentita ne consigliata la balneazione perchè la temperatura dell’acqua è molto fredda anche in estate e con certe profondità è meglio non rischiare nonostante la purezza dell’acqua scaturisca la voglia di fare una nuotata.

Il colpo d’occhio è notevole per via del contrasto dei colori come l’azzurro dell’acqua, il verde della vegetazione e ancora l’azzurro del cielo. La sponda riservata alla pesca guarda ad est quindi al mattino il sole è frontale mentre al pomeriggio si rimane all’ombra grazie al bosco presente lungo l’argine.

Diciamo che questo lago è adatto per la pesca della carpa e dei predatori ma il gestore sta lavorando per ricavare altre postazioni da riservare alla pesca da lancio.

Il pesce presente è selvatico, nato e cresciuto in questo lago, ci sono carpe regine e a specchio di dimensioni straordinarie, lucci italiani che arrivano anche al metro e mezzo, black bass che raggiungono pesi da guinnes, e poi ci sono delle breme seminate tanti anni fa da qualcuno diventate gigantesche grazie al cibo destinato alle carpe, sono stati catturati esemplari anche di 5 chili, e poi sono presenti carassi, cavedani, scardole e nel sottoriva tanti persici sole anche questi di dimensioni notevoli che si riescono facilmente a catturare a canna fissa.

 

La vegetazione lungo gli argini è molto rigogliosa diventando rifugio di tanti uccelli e nel lago sono presenti anche tartarughe d’acqua che nuotano indisturbate ance nel sottoriva.

 

Un giorno di metà maggio Lauro Franciosi e Alessandro Scarponi hanno deciso di testare questo lago e il risultato è stato da incorniciare perchè qualche pesce  pescando a feeder classico e a method feeder è stato catturato.

I due amici hanno pescato lanciando ad una distanza da riva di circa 60 metri dove la profondità si aggira sui nove metri.

Canne da 3,90 di media potenza capaci di lanciare alimentatori di generose dimensioni da 50 grammi tipo cage necessari oltre che per veicolare bigattini incollati anche per fare il fondo.

Invece per pescare a method hanno utilizzato degli stampi da 45 grammi e di misura large per veicolare pastura speziata e dei bandum da 4 mm per innesco.

Entrambe le tecniche hanno reso bene e le mangiate del pesce quando ci sono non sono certo da interpretare perchè la canna potrebbe anche volare in acqua.

La prossima pescata già in agenda sarà fatta con la tecnica dell’inglese con galleggiante scorrevole sulla distanza di venti metri, una sfida da vincere sperando ce a mangiare siano solo breme, scardole e carassi e non le carpe perchè se entrano quelle più che una pescata la sessione si trasformerebbe in un tiro alla fune.

Per pescare a carp fishing e ai predatori con belly boat è necessario contattare i gestori del lago del Sole, un impianto di pesca sportiva situato 300 metri prima dell’ingresso del lago Foma.

Per entrare e aprire il cancello serve la chiave perchè il lago è recintato e quindi al sicuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.