TanaroDay – Memorial A.Moro- Gara dell’Amicizia Fiume Tanaro Protagonista

8/8/2021 Castello d’Annonne – Masio, fiume Tanaro

In una nuova veste il Tanaro Day Memorial A. Moro si è legato alla Gara dell’Amicizia, due manifestazioni che si svolgono da parecchi anni sulle sponde del fiume piemontese nel mese di Agosto, visto che nell’ultima settimana di questo mese su queste sponde andranno di scena le finali nazionali del campionato Master (Masio) e Veterani (Castello d’Annone) le società Lenza Astigiana Tubertini e Gloria Tubertini hanno unito le forze e unito le manifestazioni per dare la possibilità a chi ha voluto partecipare degli aventi diritto alle gare finali per provare i campi gara e anche per le stesse società un banco di prova per verificare che gli sforzi fatti per la preparazione degli stessi siano stati efficienti rispondendo in modo esaustivo alle aspettative.

L’elenco delle persone che si sono avvicendate sulle sponde per rendere i campi il più comodi e lineari possibile è innumerevole quindi per non fare torto dimenticandomi dei nominativi non li elencherò uno a uno ma ringrazio il gruppo “castori del Tanaro”, un plauso va di certo fatto ai Comuni di Masio e Castello d’Annone che si sono sempre resi disponibili alle richieste da noi avanzate e per finire grazie alla ditta Tubertini che tramite Ludovico Nicola e il negozio Leo Pesca di Asti è presente con dei premi speciali.

Quest’anno come anticipato si è cambiato il format della manifestazione, si è concordato di fare due premiazioni identiche divise sui due campi gara, ricordo che lo scorso anno la gara del Tanaro Day si svolgeva a coppie ma su campi separati e con diversi sorteggi, si è pensato di lasciare la formula a coppie ma di fare la gara a coppie vicine cosi per agevolare chi volesse provare il campo in vista delle finali su dette potesse avere più riscontri del campo interessato .

Rapida è stata la risposta degli agonisti, in data 26/7 si è raggiunto il sold out per tutte le manifestazioni, anche per il 22/8 dove si bisserà la gara odierna dove i trofei saranno omaggiati dal negozio Leo Pesca di Asti.

Parliamo della gara di Masio: 20 coppie si sono ritrovate sul campo gara che già nel passato ha ospitato la A1, durante le prove fatte le aspettative erano di pescare i clarius i barbi e qualche rara carpa, in questo tratto di fiume anche l’alborella è massicciamente presente ma il peso medio non supera i 4 grammi e quindi non permette una vittoria sicura, nello stesso tempo però crea una forte azione di disturbo nella pesca del pesce di taglia, quindi bisogna escogitare una condotta di gara “selettiva“.

La tecnica prevalente è quella della RBS anche in tratti dove il fiume si presenta con profondità di 6-7 metri, cercando dei passaggi “puliti” dove adagiare l’esca sul fondo, ma anche le canne fisse lunghe e la bolognese potrebbero essere delle valide alternative.

Il fiume si è presentato con una corrente moderata e acque verdi anche se non trasparenti, nonostante la portata sia calata di 50 cm durate la settimana, una gradevole brezza e delle nuvole che oscuravano il sole, sono state molto gradite dai garisti che hanno pescato con una temperatura non eccessiva per tre quarti di gara, da subito si sono alternate le catture di piccoli clarius e barbi, i siluri che spadroneggiano in questo tratto di fiume sono rimasti praticamente indifferenti alla pasturazione e non si sono fatti allamare (erano comunque non validi), ha fatto capolino nelle reti una piccola carpa di circa 600 grammi.

Il primo settore detto, curva, ha visto primeggiare la coppia Pieri-Bevilacqua che fermano la bilancia a 5140 punti e secondi si piazzano la coppia Goggi-Capoferri con 4350 terzi la coppia Deitos-Cormanni con 4280.

Il secondo settore detto, diritto, è stato vinto dalla coppia Gentile-Vezzoli con 4480 secondi si sono piazzati Dall’Anese-Stoola che realizzano 3040 e terzi la coppia Bosco-Patritti con 2890.

Il terzo settore detto, fondone, se lo è aggiudicato la coppia Alberto-Vanzetti che raggiungono il peso di 8950 secondi si piazza la coppia Bernardi-Gallo con 6250 e terzi Corino-Cisi con 3060.

Il quarto settore detto, fognetta, è andato all’appannaggio della coppia Boschetti-Moretti (Moretti uno specialista nella pesca dell’americano con le spine) che fermano la bilancia sul peso di 13710 secondi la coppia Barbieri-Nervi che realizzano 7060 punti e terzi Musso-Renzetti con 5260.

Il trofeo memorial Moro Antonio per il campo di Masio è andato alla coppia Boschetti-Moretti che con questa vittoria bissano il trofeo anche se il primo è stato vinto da Moretti nella Prima edizione e da Boschetti nella Terza edizione.

Settori memorial Moro 8-8-21 Castello Annone

Classifica Memorial Moro

A Castello d’Annone il fiume si presenta diversamente, corrente quasi inesistente e acqua velata, anche in questo tratto di fiume le catture si alternano a barbi, clarius e alborelle, rare carpe e qualche siluro piccolo, (ricordo comunque che la cattura del siluro non è valida), anche in questo tratto di Tanaro si disputerà la finale nazionale della categoria Veterani a fine agosto.

Il capo gara si presenta con una profondità che varia da 2.70 cm a 3.40 cm e le tecniche più usate sono la RBS e la canna fissa, senza disdegnare la pesca con canne corte per insidiare le alborelle, la pesca del piccolo ciprinide in questo campo potrebbe anche essere vincente. vediamo i settori, 20 coppie si sono trovate sul campo gara, nuovo fiore all’occhiello per la provincia di Asti, preparate da prove fatte nella settimana.

(nota di servizio, il campo è picchettato da dx e sx, verso della corrente, mentre per le finali sarà palinato da sx a dx come vuole il regolamento)

Il primo settore è stato vinto dalla coppia Marforio-Pellizzola con 6210 punti secondi Maranzano-Bianchi con 4450 e terzi Cerutti-Magistri con 4390.

Il secondo settore è stato vinto da Burchio-Sudetti con 4370 punti secondi la coppia Fontana-Guanzini con 4250 terzi con 3600 punti si piazza la coppia Leone-Prone.

Il terzo settore se lo aggiudica la coppia Barbero-Callone con 3690,  secondi Guldani-De Vidi con 3180 e terzi Langella G e Langella M 2880.

Il terzo settore è stato vinto dalla coppia Lucarno-Giacosa con 6170 punti e secondi si piazza la coppia Bonaglia-Beccati con 2920 e terzi la coppia Nappi –Romano che fermano il peso a 2630.

Qui il trofeo Antonio Moro sul campo di Castello d’Annone è andato alla coppia Morforio-Pellizzola, per Morforio è la seconda volta, la prima in coppia con Moretti nella prima edizione e oggi la seconda volta.

Porto i ringraziamenti personali di Maria Francograzie a tutti voi, chi organizza e a chi partecipa, questo è stato per tantissimi anni il mio mondo e quello di Antonio, ancora un ringraziamento a Massimo che ogni anno mi riporta indietro nel tempo, un ricordo doloroso ma nello stesso tempo felice“.

Per Match Fishing Massimo Testa.

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.