XI° CAMPIONATO ITALIANO CANNA DA NATANTE MASTER 2022: IVANO LO TERZO IMPONE LA LEGGE DEL PIU’ FORTE

IVANO LO TERZO REPLICA IL SUCCESSO DELL’ANNO SCORSO DAVANTI A CARLO CRISANTI ED AL SOLITO MARCO MELONI

La prima manifestazione inserita nella celebrazione del Centenario del Circolo Canottieri Solvay è stata l’undicesima edizione del Campionato Italiano Master di Canna da Natante.

Gli organizzatori sono stati semplicemente perfetti ed aiutati da una situazione meteo marina altrettanto favorevole, sono riusciti a mettere in archivio un campionato che definire facile da portare a buon fine era tutt’altro che banale.

Infatti la manifestazione è stata disputata su barche che ospitavano quattro concorrenti ciascuna e per coordinare il tutto c’è voluta veramente quella che viene in gergo definita: “la macchina perfetta”.

Una nota di merito quindi al Circolo Canottieri ed ai suoi portacolori, in particolare a Maurizio Novelli ed Andrea Vannucchi che si sono prodigati nella non semplice duplice veste di organizzatori/concorrenti, dando dimostrazione di una grande passione ma soprattutto di sportività.

Le secche di Vada sono state il teatro delle due gare disputate su due campi distinti sulla batimetrica dei venti metri.

I pesci presenti sono stati soprattutto le boghe, una taglia media da quaranta/sessanta grammi, qualche menola e zerro, le tanute, le perchie, i serrani, gli sparlotti, le donzelle ed i tordi di erba.

Questi ultimi sono stati anche determinanti perchè di peso compreso tra i 300 ed i 500 grammi.

Anche qualche saragotto testa nera e pagro ha regalato emozioni e salti in avanti in classifica.

In queste condizioni con le boghe che andavano e venivano l’interpretazione della gara andava variata turno dopo turno, addirittura nella stessa frazione alternando la pesca a lancio a fondo a quella di mezz’acqua sotto la barca al pesce bianco.

Dopo la prima prova a condurre la classifica provvisoria è Ivano Lo Terzo della Golfo dei Poeti di La Spezia con 7.650 punti, lo segue Maurizio Novelli della ASD Canottieri Solvay con 7.320 punti, quindi Fernando Valvassura della LNI Cogoleto con 6.750 punti.

Gli altri vincitori di barca sono stati Marco Meloni dell’Oltrarno Colmic, Carlo Crisanti del Timone di Sanremo, Manuel Manuzzato del CN Canale Valentinis di Monfalcone e Giuseppe Gravina del Cesad di Catania.

Al sabato la seconda prova con una gara che è stata la fotocopia di quella del giorno prima. Dal sorteggio casuale sono venuti fuori alcuni interessanti duelli che hanno scombussolato la classifica.

Alla fine tuttavia i valori espressi dai numeri sono risultati veritieri ed Ivano Lo Terzo che replica il successo di barca si laurea nuovamente Campione Italiano al peso.

Una bellissima vittoria, quella del Genovese trapiantato a La Spezia che va a premiare ulteriormente una carriera piena di successi e parzialmente ripaga la delusione subita allo sfidino per la Nazionale, patita solo poche settimane or sono, proprio qui a Vada.

Un campione vero Ivano Lo Terzo, un ragazzo serio, senza grilli per la testa che è riuscito , con concentrazione e passione, a conquistarsi un posto nell’Olimpo della canna da Natante Nazionale.

Meritata medaglia di argento per il Sanremese Carlo Crisanti che obbliga al gradino più basso del podio l’inossidabile Marco Meloni, ambedue questi concorrenti hanno totalizzato due primi.

Quarto posto, seconda medaglia di legno consecutiva, come lo scorso anno, per Fernando Valvassura che supera a pari penalità i “gemelli” del Timone Sanremo: Oscar Santandrea e Fabio Catulini.

Settimo è Giuseppe Gravina anche lui a tre penalità ma con un peso inferiore. Gli altri due vincitori di barca del sabato sono Massimino Grassi della Golfo dei Poeti di La Spezia e Roberto Furlanetto del Friuli Surf Casting Team.

La cerimonia di premiazione, in una location signorile come quella del Circolo Canottieri Solvay è stata fatta alla presenza di autorità locali e di Giannino Marconi in rappresentanza della Federazione, oltre che di un folto gruppo di pubblico e curiosi.

A giochi fatti, con ancora le note dell’inno di Mameli nelle orecchie, un inno che da sempre mi provoca pelle d’oca ed un brivido per la schiena, una domanda mi sorge spontanea: “perchè per questa specialità non è prevista la partecipazione al Campionato del Mondo?”

Classifica Generale Master Natante 2022

a cura di Fernando Valvassura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.