REGIONALE EST: LA 2° PROVA DEL CAVO LAMA CONSOLIDA IL PRIMATO DEL TEAM SARFIX

La società Team Sarfix di Crevalcore continua a mietere successi. L’ultimo in ordine di tempo l’ha conquistato domenica 5 giugno sulle acque della Lama con 8 penalità dove a farla da padrona sono stati i carassi con la formazione guidata da Daniele Barbieri.
Sul secondo e terzo gradino del podio di giornata salgono le due squadre ferraresi delle Canne Estensi Milo.
I vincitori dei settori nella gara della Lama sono stati:
Rossi Davide kg. 8,820 Canne Estensi Milo
Bernardi Marco kg. 5,620 A.S.D. S.P.S. San Marino Maver
Zampollo Franco kg. 5,150 Canne Estensi Milo
Guidoboni Riccardo kg. 4,870 Canne Estensi Milo
Domeniconi Alex kg. 4,690 A.P.S.D. Bellaria – Rimini Miramare Maver
Bignami Enzo kg. 4,490 A.S.D. Camaldoli Maver
Nalin Massimo kg. 4,480 Canne Estensi Milo
Zanca Pierpaolo kg. 4,410 A.S.S. Amo Santarcangiolese Colmic
Toselli Luigi kg. 4,380 Team Sarfix Crevalcore
Dina Aurelio kg. 4,230 Circolo Sportivo Il Pescatore Milo
Sabatino Nicola kg. 4,080 Faps Team Bazza
Won Gwichit Somphon kg. 4,020 Faps Team Bazza
Leonetti Domenico kg. 3,950 Cannisti Bianco Azzurri Maver
Bonetti Valter kg. 3,830 Team Sarfix Crevalcore
Barattini Stefano kg. 3,490 Dopolavoro Ferroviario Bologna Tubertini
Mariani Claudio kg. 3,400 Team Sarfix Crevalcore
Camporesi Fabio kg. 3,320 A.P.S. Le Aquile Colmic
Peretti Vanni kg. 3,240 Faps Team Bazza
Malservisi Massimo kg. 2,900 Circolo Sportivo Il Pescatore Milo
Garda Claudio kg. 2,800 A.S.D. Lenza Medicinese Tubertini

La classifica progressiva dopo due prove vede al comando il Team Sarfix Crevalcore con la squadra E forte delle 18 penalità acquisite; seconda posizione per i romagnoli della Fenice Amo D’Oro Perla Verde Colmic squadra A con 22,5 penalità mentre la terza posizione è occupata da A.S.D. S.P.S. San Marino Maver squadra con 25 penalità.

CLASSIFICA Trofeo Regionale E.R.2011 Girone C

IL COMMENTO DI MAURO FELICANI

Eccoci finalmente alla seconda prova del regionale est in lama, dopo la brutta prova di Ostellato il campo centrale ci ha offerto una discreta pescata molto tecnica e finalmente ha lasciato libertà di scelta ai concorrenti.
Tante, infatti, potevano essere le scelte strategiche delle squadre, e la settimana precedente non ha certo fugato ogni dubbio!!
Durante i giorni precedenti abbiamo provato parecchio ed ho visto con piacere che tanti concorrenti ci tengono ad arrivare preparati ed agguerriti,  nei giorni antecedenti abbiamo preso bene a 13 m con la classica pescata a bigattini incollati, poi è uscita una discreta pescata corta a carpette sui 6 pezzi di canna, sabato con corrente lenta si è preso sia a galla che all’inglese, comunque ci si aspettava un po’ di pesca regolare la prima ora per poi andare a cercare un’alternativa varia a seconda della zona e del posto assegnatoci dalla sorte!!
Con la mia squadra, sotto la regia di Mirko Govi, avevamo deciso di preparare praticamente qualsiasi pesca potesse dare il campo centrale, quindi pasturazione iniziale a 7m per le carpe, fondo all’inglese ed una pasturazione abbondante e mista sulla 13m dove avremmo iniziato la pescata, senza lasciare impreparate punte da galla, vele varie e pescata a filo lungo fuori pastura; poi ognuno in base all’andamento nel proprio settore ci avrebbe messo del suo.
Il meteo questa volta ci ha graziati, unica nota dolente l’organizzazione che ha leggermente peccato in alcune occasioni, dall’abbinamento iniziale da rifare, al controllo esche fatto 20 minuti prima di quanto annunciato al raduno, alla pasturazione pesante durata 5 minuti e non 10 come da regolamento, ed infine al fischio finale dato prematuramente; attenzione questa non vuole essere una sterile critica ad una società che comunque si è data da fare e tutti noi sappiamo quanto sia sempre più difficile reperire volontari, ma un piccolo pensiero ad alta voce, se abbiamo poche persone disponibili organizziamo magari questi eventi assieme ad un’altra società, probabilmente tutto filerà liscio; comunque bravi per l’impegno!!
Personalmente dopo un avvio un po’ stentato a 13m sul fondo, sembrava non volessero rimanere in pastura questi carassietti che oramai sono diventati furbi come cavedani, mi sono un po’ ripreso girando praticamente tutte le cime e le pescate preparate, 2 pesci a galla, 4 carpette corto( purtroppo tutte picccole), un po’ all’inglese poi di nuovo sotto e via così continuando a pasturare le postazioni che sarei andato a riprovare più tardi; finisco quindi con 3410grammi con un 2 di settore, che assieme al bel 1 dell’amico Mariani gran conoscitore della lama, un 2 di Rodolfi ed un bel 3 di Pignatti ci permette di chiudere con 8 penalità, sufficienti per vincere la prova e mantenere la testa della classifica.

Un grande aiuto, ed a questi và un ringraziamento particolare, è venuto dalle sponde che giunte in forza per aiutare quanti pescavano, hanno di certo meritato quanto noi il podio, grazie ancora!!
Un arrivederci ad Ostellato per la 3 prova.

Mauro Felicani Lenza Crevalcorese Sarfix

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.