TROFEO REGIONALE LAZIO 2 PROVA GIRONE B: LENZA JOLLY SI IMPONE AL SALTO

Si riparte con un campionato regionale Lazio che dopo le pesate con le bilance pesa assi di Corbara passa a quelle decisamente più contenute del Salto.

Difficile l’interpretazione della gara nel bacino reatino che ha visto abbassare il suo livello idrico in maniera molto rapida.

Nel giro di un mese ci siamo ritrovati a pescare circa 50-60 metri avanti rispetto con fondali completamente diversi, questo probabilmente ha influito pesantemente sull’umore dei pesci che hanno risposto a chiazze e in maniera non consona per consentire un minimo di regolarità al campo gara.

Anche la tecnica libera ha aumentato i rebus e, a mio personalissimo avviso, invece di aiutare a livellare il campo gara aumenta la disomogeneità essendoci variazione di fondale importanti a distanza di poche decine di metri.

Con queste premesse era difficile impostare la gara perfetta, perché statisticamente almeno uno dei componenti della squadra si sarebbe trovato a pescare in picchetti dove cavare la pelle sarebbe stata impresa ardua e così è stato.

Ottima, comunque, l’organizzazione della Valle del Salto che si è prodigata per mettere tutti gli agonisti nelle migliori condizioni possibili, organizzando perfino un trasporto via acqua per gli agonisti che pescavano al campo nuovo.

Due i tratti scelti per la gara che si è disputata in 2 giornate con le zone 1 e 2 il sabato allestite rispettivamente a Fiumata e Campo Nuovo e 3 e 4 sugli stessi tratti la domenica.

La pesca è stata quasi esclusivamente all’inglese al Campo Nuovo con poche eccezioni che hanno visto comparire la canna fissa più che altro per evitare il cappotto.

Veramente bassi i pesi con i pesci concentrati nella parte centrale del campo.

Fiumata meglio per quanta riguarda la media del pescato ma anche qui con differenze enormi sulla taglia del pesce e sulla quantità con prevalenza nei picchetti centrali del campo.

Le famose bandiere molto ambite in qualsiasi gara erano da evitare come la peste.

Per rendere l’idea di quello che è successo in molti settori dove si è vinto con più di 8.000 punti gli ultimi tre quattro del settore hanno pesato poche decine di grammi.

Questo non deve togliere nulla alla grande prova di Cancelli e Roccaro che fanno gli assoluti a Fiumata e a Rienzi e la coppia Ciccarelli – Piccoli che primeggiano al Campo Nuovo.

Gardon e breme di tutte le taglie da pochi grammi a 6-700 grammi sono stati il target della pescata con l’eccezione di qualche grosso cavedano e di minuscoli persici reali.

La gara se la porta a casa con merito la Lenza Jolly A (Colmic) che con 13 penalità ha regolato la Fisher Maniac A (Colmic) e Il Triotto – Nuova Tiburtina B (Milo) entrambe con 15 penalità.

Ora la classifica comincia a prendere forma con i Grizzly B Anglers in testa con 27 penalità davanti alla Lenza Jolly A (Colmic) che ne ha 28, seguono Team Blue Marlin Roma Ggianty (Colmic) con 32,5 e la coppia Fisher Maniac A.S.D. (Colmic) Lenza Frusinate A.D.S. (Colmic) con 34.

GIRONE B SETTORI 2 PROVA

GIRONE B GIORNATA SQUADRE 2 PROVA

GIRONE B PROGRESSIVA

Questo il quintetto che ha scavato un piccolo solco con il resto delle pretendenti per l’accesso alla finale. Appuntamento per tutti sul Liri/Sacco per l’ultima prova prima delle finali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.