ANITA DELLE MERAVIGLIE

Ecco proprio come dicevo in un altro articolo Anita a volte ti regala belle pescate e a volte ti manda in bianco.

Il canale è strano, lo abbiamo constatato da diversi anni, si passa da cappotti inesorabili a giornate molto pescose.

La gara di oggi 3 giugno è stata molto bella, con il canale letteralmente diverso da quello visto ieri nel trofeo Cà Anita;

se ieri l’acqua era ferma imballata oggi andava da 3 grammi nella prima ora e mezza per poi fermarsi per un’ora e riprendere a camminare leggermente da un grammo nella parte finale.

Il pesce ha risposto per un semplice motivo: con l’acqua che cammina appare più in attività e mangia senza troppe premure le nostre esche e la distanza da un pescatore all’altro è determinante.

Quando si pesca uno attaccato all’altro il pesce sente la pressione e diventa diffidente, poi occorre tenere in considerazione la bassa profondità del canale che imporrebbe poco rumore tant’è che le bocciate a mano a volte diventano deleterie per l’economia della pescata.

La gara di oggi viente vinta da Coverini con oltre 11 chili di pesce tra carassi e breme di buona taglia ma anche gli altri pescatori hanno portato alla pesa delle belle pescate.

Ecco questo è l’Anita che conosciamo e quello che vorremmo sempre….Anita delle meraviglie!

settore A
PRETOLANI 3820
STROLLO 6560
NACCARI 3260
SOLIO 0480
STERNINI 1680
NEGRINI 5400
LAMA 4100
ROSSI 4720
BUCCHI 4360

settore B
POLLINI 6120
COVERINI 11100
SCARPONI 7800
FRULLONI 7220
BOLOGNESI 4800
BERTACCINI 5280
BOTTI 2740
CRISTIANO 9400
CAMPORESI 8780

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.